Orario

Si riceve su appuntamento

MICROCOSMO CUTANEO: L’IMPORTANZA DEL DERMOBIOTA

Quelli che una volta erano considerati temibili ed acerrimi nemici (batteri, lieviti e miceti) oggi, nell’era post-antibiotica, sembrano farci meno paura ed anzi sembrano mancarci proprio in quelle malattie dermatologiche o inestetismi che conducono all’invecchiamento precoce.
Una volta sconfitte le infezioni cutanee grazie alle norme igieniche e di detersione ormai routinarie, e all’uso (a volte abuso) di antibiotici sempre più potenti, ci ritroviamo pentiti di aver fatto strage di innocenti nei due mondi che ci popolano e ci nutrono fin dal primo giorno: Microbiota e Dermobiota.

MICROBIOTA
I batteri intestinali sono molto più numerosi delle cellule del nostro corpo, ed è grazie a loro che riusciamo a digerire, nutrirci, ed assumere vitamine ed oligoelementi vitali ed essenziali. Inquilini silenti, ci accompagnano dalla nascita alla morte, adattandosi alla nostra alimentazione, stile di vita, necessità ed anche emozioni.
Già, perché ormai è dimostrato che anche il nostro umore, come il nostro appetito, è regolato dai batteri che abbiamo in pancia e che ci fanno “sentire le cose di pancia” come spesso si usa dire. Un cervello emotivo molto legato al cervello cranico, che compensa e bilancia la nostra salute e le nostre decisioni.

DERMOBIOTA
E la pelle? Stesso destino, dato che ogni giorno viene in contatto col mondo esterno, con i suoi microbi, polveri, agenti chimici e fattori fisici. La sua popolazione è anch’essa fondamentale per mantenere la superficie acida ed idratata, stimolarne il regolare ricambio, respingere virus e miceti.
Anomalie nella composizione di queste popolazioni (le Disbiosi) provocano in entrambi i microcosmi danni funzionali che iniziano con infiammazione, produzione di tossine e radicali liberi, fino ad arrivare alla degenerazione tessutale, invecchiamento cellulare e carcinogenesi.
La nostra pelle, il confine che ci separa dal cosmo, è l’organo più esposto all’ambiente, alle sostanze tossiche e ai colonizzatori: batteri presenti nei follicoli piliferi, nelle ghiandole sebacee, eccrine e apocrine, peli ed unghie, ciascuna con una propria nicchia biologica, in grado di influenzare il pH, la temperatura, l’idratazione, il contenuto di sebo e il ricambio cellulare delle diverse aree cutanee. Altri fattori esterni come i detergenti usati per l’igiene, i prodotti cosmetici, le terapie mediche topiche o sistemiche, lo stile di vita, l’alimentazione e altro ancora, possono influenzare il microbioma della pelle, tanto quanto le differenze etniche e quelle correlate allo stato di salute della persona. Questo DERMOBIOTA riveste un ruolo essenziale nel mantenimento della salute e del benessere della nostra pelle e le sue alterazioni accompagnano e/o predispongono all’insorgenza di alterazioni cutanee, influenzando le funzioni vitali ed immunitarie di questo meraviglioso mantello vivente.
Le dermatiti eczematose, la psoriasi, la rosacea, la pelle sensibile, l’invecchiamento precoce e la pelle secca o eccessivamente oleosa, sono tutte problematiche associate ad una disbiosi cutanea che ne impedisce il più delle volte la guarigione o ne determina le ricadute.
Nel marzo 2016 tenni il primo seminario di Dermobiotica sull’asse pelle-intestino, illustrando come si potesse curare la pelle dall’interno, con:

  • Probiotici (colture di microrganismi vivi che, ingeriti in quantità adeguata, possono rinforzare il microbiota e fornire benefici alla salute)
  • Prebiotici ( fibre vegetali metabolizzate da alcuni ceppi batterici, per facilitarne la sopravvivenza)
  • Simbiotici (combinazione di prebiotici e probiotici, al fine di ottenere un effetto potenzialmente maggiore sul microbiota).
    Da allora le mie intuizioni hanno camminato anche con le gambe di altri colleghi che, meglio di me, hanno dato sostanza a questa nuova visione della dermatologia e dell’estetica.
    Sempre più spesso, infatti, registriamo problematiche estetiche strettamente collegate al contatto del mondo esterno col nostro corpo, ed i loro confini interno ed esterno che sono la pelle e l’intestino. Entrambi assorbono il buono ed espellono il cattivo, ma per fare questo hanno bisogno di una popolazione di flora e fauna simbionti, amici e non nemici. Come nella jungla i regni animale, vegetale e minerale si scambiano vicendevolmente vita e morte in perfetto equilibrio, così pelle e intestino sono strettamente legati ad una biodiversità fondamentale per il loro mantenimento in perfetta forma.
    In estetica, come in dermatologia, questo equilibrio è fondamentale, tanto quanto la correzione dei danni prodotti dai fattori ambientali, chimici o farmaceutici che anche la semplice detersione (se fatta in modo errato) producono.
    La disbiosi del microbioma cutaneo è ormai riconosciuta come agente scatenante di diverse problematiche che possono, col tempo evolvere in malattie specifiche e/o invecchiamento precoce.

CONSIGLI
Per evitare e prevenire tutto questo, vi consiglio di:

  • rinforzare il microbiota intestinale con l’assunzione di specifici pre/probiotici. La differenza di questi con i fermenti lattici (quelli dello yoghurt) è che i primi sono ancora vivi ed attivi, come indicato sulla confezione, i secondi perdono di vitalità giorno dopo giorno;
  • effettuare esfoliazione periodica, per rinnovare il dermobiota;
  • esporsi al sole pochi minuti (senza ammalarsi) anche nei mesi freddi (gli UV regolano anche il dermobiota, oltre a fornirci la Vitamina D);
  • remineralizzare la pelle con tonici e cosmetici ricchi di oligoelementi;
  • affidarsi a specialisti aggiornati e competenti, per non maltrattare la pelle come hanno fatto i nostri nonni.

Il mondo esterno (ed i microcosmi interni) sono cambiati parecchio da allora,
come il nostro stile di vita e di cosmesi!

PER APPROFONDIRE:

Fuori di testa, fuori di pancia con gli psicobatteri

– Lee SY, Lee E, Park YM, Hong SJ. Microbiome in the gut-skin axis in atopic dermatitis. Allergy Asthma Immunol Res 2018;10:354-362.

– “Il ruolo del microbioma in dermatologia” Leonardo Celleno, Edra 2018

Icona

Dermobiota 271.85 KB 5 downloads