Orario

Si riceve su appuntamento

DERMOPORAZIONE: UN SOGNO AVVERATO

I HAD A DREAM (AVEVO UN SOGNO): Veicolare principi attivi all’interno del corpo (attraverso la pelle)  senza aghi né buchi, come per magia, senza dolore, per curare e guarire le malattie della pelle e delle articolazioni.

E si è avverato: con la DERMOPORAZIONE.

La tenacia e l’ostinazione sono state premiate da questa innovativa quanto versatile tecnologia che da anni viene impiegata nei settori più disparati:

– allergologico (vaccinazioni intradermiche senza aghi in bambini ed allergici al nichel)

– dermatologico (reservoir dermico di principi attivi omeopatici, oligoelementi, eccc..)

– cosmetologico (biorivitalizzazione, vitamine, integratori)

– riabilitativo (artropatie, dolori reumatici, ecc…)

– rigenerativo (discopatie, tendinopatie)

Questa tecnica, tanto semplice quanto piacevole, permette infatti di “spingere” sottopelle ed attorno alle articolazioni farmaci, vitamine, oligoelementi, rimedi omeopatici, e di averli a disposizione, quando servono, per una settimana. Come una dispensa, che si svuota lentamente, il reservoir dermico (lo spazio extracellulare) fornisce alle cellule trattate ciò di cui hanno maggiormente bisogno e che noi forniamo loro una volta alla settimana, come fare il pieno del serbatoio alla nostra auto.

Sperimentai personalmente questa modalità con la mia tesi di laurea nel lontano 1986, ma l’allora ionoforesi aveva dei limiti legati al peso dei farmaci (meno di 5.000 Dalton) alla necessaria idrosolubilità ed alla lentezza di veicolazione (30 minuti di fastidiosa corrente continua veicolavano solo il 5-10% di prodotto).

Più efficace la mesoterapia, ma con quali limiti (dolore, sanguinamento, trauma capillare) e rischi (shoch allergico, attivi in circolo, ecchimosi ed ematomi)?

La DERMOPORAZIONE è stata definita “mesoterapia senza aghi” perchè permette di veicolare in soli 5 minuti l’80% di molecole di ogni tipo (pesanti fino a 40.000 Dalton) grazie a piccolissime scariche di elettroni (appena percettibili come formicolio), in grado di passare le membrane cellulari  trascinandosi dietro il prodotto come un treno coi vagoni. Una volta attraversate le cellule, questi micropori sulle celleule si chiudono in pochi secondi, come porte scorrevoli, trattenendo al loro interno il prodotto veicolato.

E’ così possibile veicolare vitamine, minerali, farmaci e omeopatici per curare LOCALMENTE patologie dermatologiche e/o inestetismi cutanei del viso e del corpo senza traumi alla pelle e senza effetti collaterali.

Non è un sogno che si è avverato?